Concerto di Capodanno n.6 per Riccardo Muti sul podio dei Wiener: incognita pubblico al Musikverein




1993, 1997, 2000, 2004, 2018 e 2021: per la sesta volta in 34 anni, da quando si decise di affidare la direzione del Neujahrskonzert di Vienna a un direttore diverso per ciascun anno, Riccardo Muti sarà alla guida dei Wiener Philarmoniker per il Concerto di Capodanno 2021, come di consueto trasmesso il 1 gennaio dal Musikvereinsaal di Vienna in più di 90 Paesi.

In una carriera costellata da innumerevoli primati, il Maestro Muti si appresta così a conseguirne uno ulteriore: quello di direttore più presente nell’albo d’oro della manifestazione, almeno a partire dall’edizione del 1987, anno in cui, sotto la bacchetta di Karajan, si inaugurò appunto il nuovo format, dopo le longeve direzioni di Clemens Krauss, ideatore della manifestazione nel 1939, Willi Boskovsky (1955-1979) e Lorin Maazel (1980-1986, primo direttore non austriaco).

Se Concerto di Capodanno è metonimia per Valzer viennesi, Polke, Marce e Galop, anche quest’anno il programma non deluderà, celebrando il repertorio consolidato dalla dinastia Strauss (i Johann padre e figlio, i Josef, gli Eduard), che, a fianco di altri compositori come Franz von Suppé e Carl Zeller, seppero elevare generi di musica “popolare” a forme eleganti, contraddistinte da invenzione melodica e sapiente uso dell’orchestra, senza perderne l’immediatezza, contribuendo cosi ad una tradizione oggi universalmente condivisa.

Meno tradizionali, in un anno funestato dalle serrate forzate dei sipari di tutto il pianeta, rischiano tuttavia di risultare la Radetzky Marsch, che potrebbe non essere accompagnata dal consueto battito di mani del pubblico, e il caloroso augurio di speranza e prosperità da parte del direttore e degli orchestrali («Die Wiener Philharmoniker und ich wünschen Ihnen Prosit Neujahr!»), che quest’anno si teme possa essere rivolto ad una sala vuota: per il momento infatti non è dato sapere se al concerto classico più visualizzato al mondo (stimati 50 milioni di spettatori)  potrà assistere  anche una platea in vivo o se la manifestazione dovrà svolgersi a porte chiuse. La prognosi è dunque riservata; decisive saranno gli andamenti delle curve pandemiche e degli indici di contagiosità nelle prossime settimane.

Info: wienerphilharmoniker.at/en | riccardomuti.com/en/


Post in evidenza
Post recenti
Assimusica Divisione Musica di Studio Broker srl - Broker di Assicurazioni • Viale Po, 52/b – 26100 Cremona
                    Tel. 0372/25437 - Fax 0372/569829 • e-mail: info@assimusica.itwww.assimusica.it

                                       Partita IVA 01491510192 •  Iscrizione RUI Sez. B n.B000332204