Pollini a Torino per la Croce Rossa


Pollini in concerto per gli alluvionati delle Marche:

il ritorno all’Unione Musicale per beneficenza.

Il suo nome evoca la storia di uomo e d’artista riconosciuta in tutto il mondo per la sua geniale capacità di interrogare tanto i capolavori del passato quanto la musica contemporanea.

È Maurizio Pollini il protagonista del concerto straordinario che l’Unione Musicale di Torino presenta sabato 5 novembre, alle ore 20 presso il Conservatorio Giuseppe Verdi.

Intellettuale a tutto tondo con un forte senso etico del far musica, in varie occasioni Pollini si è impegnato anche in campo politico e sociale. Ora ha scelto di eseguire, senza compenso, un concerto all’Unione Musicale in considerazione dell’amicizia che lo lega all’ente torinese da oltre 50 anni.

Il ricavato della serata sarà destinato alla Croce Rossa Italiana per sostenere il suo impegno a favore della popolazione delle Marche colpita dall’alluvione del 15 settembre scorso.

Pollini ha debuttato all’Unione Musicale nel 1971 a 29 anni, quando si era già aggiudicato la medaglia d’argento al Concorso di Ginevra e il primo premio (a soli 18 anni) al Concorso Chopin di Varsavia, che lo rivelò al mondo.

Da allora sono seguiti altri 20 recital, di cui l’ultimo 15 anni fa, nel dicembre 2007 con un programma dedicato a Chopin e a Debussy.

In oltre mezzo secolo di attività Pollini ha suonato per le più importanti istituzioni musicali al mondo e collaborato con direttori come Claudio Abbado, al quale lo legava uno stretto rapporto di amicizia, Riccardo Muti, Pierre Boulez, Christian Thielemann e Simon Rattle.

Insignito di numerosi riconoscimenti internazionali – Ernst von Siemens, Imperial, Royal Philharmonic Society, solo per citarne alcuni – è Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e ha ricevuto la Medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte nel 2004.

Pollini è artista esclusivo dell’etichetta Deutsche Grammophon, per la quale ha inciso una vastissima e pluripremiata discografia. Il suo repertorio spazia dagli autori classici e romanticifino ai maestri dell’avanguardia del primo e del secondo Novecento, da Schönberg a Luigi Nono, da Berg a Berio e Maderna, che ha reso famosi al grande pubblico grazie al suo carisma.

BIGLIETTERIA

Poltrone numerate

Intero: euro 40 – Ridotto under 30: euro 20

in vendita online su www.unionemusicale.it e presso la biglietteria di Unione Musicale

da mercoledì 19 ottobre 2022

INFORMAZIONI

Unione Musicale, piazza Castello 29 – 101023 Torino

tel. 011 566 98 11 – info@unionemusicale.itwww.unionemusicale.it

orario: martedì e venerdì 10.30-14.30 – mercoledì 13-17

da www.rivistamusica.com

Post in evidenza
Post recenti